Biografia di Labro

lamina by LabroNato nel 1956 nel Sud della Francia, Rafael Labro è stato influenzato in tenera età da pittori moderni come Picasso, Matisse e Chagall. nel 1973 è stato ammesso alle Arti Decorative a Nizza ed ha allestito la sua prima mostra personale “Photographisme” con opere realizzate su carta fotografica. Ha iniziato la sua carriera professionale come decoratore per Paloma Picasso e lavora per rinomati registi francesi come Roger Planchon e Patrice Chéreau. in seguito, sempre attratto dalla fotografia, associa il suo nome a stilisti come Yamamoto Kansai, Kenzo, Jean-Paul Gaultier e molte altre celebrità realizzando fotografie per grandi riviste di moda a Parigi, Londra, Amburgo, Los Angeles, Tokyo, Hong-Kong e Sydney. così la fotografia diventa il suo principale interesse durante 20 anni della sua carriera di fotografo.

Pratica la fotografia d’arte in modo non convenzionale  respingendo i limiti tecnologici con l’utilizzo di lenti personalizzate con prismi e specchi e consapevolmente trascurando le “buone pratiche” della fotografia. Dunque, anche se è diventato “l’enfant terrible” della fotografia, ha ottenuto il prezioso supporto dei media e scritto il suo nome nella corta e non meno prestigiosa lista dei rari fotografi parigini sponsorizzati da Agfa ed Apple. Alla fine degli anni 80 abbraccia la rivoluzione digitale. Pioniere della fotografia digitale, trasformerà la fotografia qualche anno più tardi, con una serie di mostre personali: “Ozone #9” “vision Across The Universe” e “Transmutation” e coniuga la fotografia con sottili manipolazioni informatiche.

Nel 1997 sposa ancora più intensamente il mondo dell’arte che ha sempre conosciuto e ritorna nella migliore tradizione della pittura. Labro vive sull’isola di Gozo, nel bel mezzo del mar Mediterraneo dal 2003. Si ispira alla natura ed alla spiritualità dell’isola: da qui le sue grandi collezioni. Labro ha conseguito il prestigioso “Malta biennale” del 2009 con i suoi dipinti e nel 2011, il primo premio della fotografia digitale. Labro, veicolo che non noi non possiamo più definire, impigliato nel pensiero fatalistico della nostra società moderna: “ C’è una sincronia in tutti i nostri sogni e noi possiamo scegliere la via di un paradiso dinamico”. Apparentemente caotico, il suo lavoro è una celebrazione della libertà spirituale. i suoi dipinti offrono un mondo in evoluzione, che vive e respira in perpetuo movimento. Labro mette la sua arte al servizo dell’espressione spontanea e significativa dell’universo. Lui annuncia il cambiamento ed il risveglio con una sottile integrazione della simbologia in combinazione gemellare con il surrealismo moderno.

La straordinaria abilità dell’ artista nel  linguaggio universale dell’arte gli conferisce il titolo di “Tecno Poeta, Rimbaud Cosmico delle Arti Visive”.

Bookmark the permalink.
Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /usr/www/users/labrovmbby/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

Comments are closed.